Dichiarazione di Sergio Tarroni, Presidente Coop. Stabilimenti Balneari Ravenna, aderente a Fiba Confesercenti

Un'immagine della mareggiata a Punta Marina Terme

Un'immagine della mareggiata a Punta Marina Terme

Negli ultimi giorni diverse mareggiate stanno mettendo a dura prova il nostro litorale. Con una ciclicità quanto meno preoccupante stiamo assistendo ad un’erosione della costa come non si registrava da anni.

Molti sono gli stabilimenti balneari colpiti dal fenomeno e diverse le zone colpite.

Tutto questo capita in un periodo oltremodo delicato in quanto non ci sono più le condizioni economiche e autorizzative per porvi rimedio.

Gli interventi di ripascimento effettuati nelle scorse settimane sono stati in parte vanificati a causa di un’anomala condizione del moto ondoso che tarda ad affievolirsi.

Gli operatori balneari stanno rimboccandosi le maniche per presentare una  spiaggia di qualità, al fine di garantire un livello di offerta turistica pari a quello fornito negli ultimi anni, ma ciò sta diventando sempre più difficile.

La situazione attuale rende evidente come non sia più rimandabile un forte intervento di ripascimento da effettuarsi con draghe via mare (il cosiddetto “progettone”), senza però abbandonare quelle operazioni di manutenzione e rafforzamento delle opere strutturali (barriere e pennelli) così preziose per una più duratura conservazione della sabbia collocata nelle varie zone.

Proprio su questi temi nei giorni scorsi abbiamo incontrato il Presidente della Regione Vasco Errani e l’Assessore Regionale alla Protezione della costa Marioluigi Bruschini che hanno assicurato il massimo impegno per arrivare ad effettuare un nuovo “progettone” prima della stagione balneare 2010.

Con il Comune di Ravenna, inoltre, c’è già in agenda un percorso di interventi strutturali, da effettuare nei tempi e nei modi che si concorderanno, per anticipare, ove possibile, tutte le opere utili al contenimento in loco del prezioso materiale sabbioso che verrà portato nei nostri lidi.

L’attenzione su questi temi va tenuta sempre altissima in quanto l’economia generata dall’offerta balneare è strategica per tutto il settore turistico del nostro comune”.

Related posts:

Add a Facebook Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *